Tutorial Cintura Obi

La cintura obi è una fusciacca o cintura tipica giapponese indossata principalmente con i kimono e i keikogi.

È un accessorio versatile: perfetto per sottolineare il punto vita ed ravvivare un abito semplice.

Occorrente:

  • Stoffa (scampoli di seta o cotone)
  • Tela termoadesiva
  • Nastro di raso (altezza: 4 cm)

IMG_3404_

Per disegnare il cartamodello è necessario conoscere la misura della circonferenza del punto vita.

Cintura obi

Esempio: circonferenza vita = 75 cm

  • Partiamo da un rettangolo 75 cm x 12 cm
  • Dimezziamo l’altezza delle due estremità, togliendo 3 cm sopra e 3 cm sotto
  • Disegniamo una leggera curvatura che unisca le estremità al centro della cintura
  • I nastri in raso avranno una lunghezza di 75 cm + 1/3 di 75 cm (25 cm) = 1 m

Con il cartamodello che abbiamo ottenuto tagliamo due fasce di stoffa. Per avere una cintura reversibile, quindi più versatile, utilizziamo una stoffa con una stampa fantasia ed una in tinta unita.

IMG_3402

IMG_3403

IMG_3405

Con il ferro da stiro applichiamo la tela termoadesiva ad uno dei due pezzi di stoffa, per dare sostegno alla cintura.

IMG_3406

IMG_3408

Appuntiamo alle estremità i due nastri di raso, tra i due diritti della stoffa.

IMG_3409

Sovrapponiamo poi le due fasce, diritto contro diritto.

IMG_3410

IMG_3411

Cuciamo quindi tutti i lati della cintura, lasciando una piccola apertura per poterla rivoltare.

IMG_3560   IMG_3561

IMG_3559

Tagliamo il margine in corrispondenza degli angoli e facciamo delle incisioni sulla parte curva.

IMG_3564

IMG_3562

Rivoltiamo la cintura.

IMG_3565

Con un ferro da calza sistemare gli angoli.

Stiriamo la cintura e ripieghiamo all’interno i margini dell’apertura lasciata per rivoltare.

Per chiudere l’apertura abbiamo due possibilità:

  1. Cucire con dei punti nascosti l’apertura
  2. Impunturare tutta la cintura

IMG_3568

Rifiniamo le estremità dei nastri di raso.

Ed ecco pronta la cintura Obi!

IMG_3570

IMG_1836

Annunci

Le cravatte si mettono al collo

Ho esaminato attentamente il mio bottino, fatto e rifatto potenziali abbinamenti di colore e fantasie (ad un certo punto mi son trovata a camminare su un tappeto di cravatte: pericolosissimo, vi assicuro), osservato a lungo il risultato della mia selezione..

Neckties

Ed ho concluso che, per il momento, il posto adeguato per le cravatte è il collo.

La prima terna di cravatte è stata disfatta, stirata e tagliata in rettangoli e quadrati.

neckties scraps

Cuciti insieme in alternanza formano uno dei lati della sciarpa infinita. L’altro lato è in morbido fresco di lana blu, sempre di provenienza maschile.

infinity neckties scarf

infinity neckties scarf detail

infinity neckties scarf

infinity neckties scarf

infinity neckties scarf

infinity neckties scarf

Ed ecco la sciarpa infinita finita ed indossata 🙂

(Ho tentato di farmi fotografare da qualsiasi persona passasse per casa, sia abitanti abituali che gente di passaggio. Non c’è stato verso di avere uno scatto accettabile. Mi son dovuta, mio malgrado, arrangiare con manichino e specchio: perdonate lo scarso risultato! Impegno per il futuro: educare qualcuno alla fotografia.)

Per finire, un’anteprima delle prossime vittime:

Neckties

Neckties

(Il babbo aveva, evidentemente, una predilezione per il bordeaux. Ed il blu.)